Giardinaggio

Quante volte dovresti innaffiare le tue piante?

Alcune persone sono dei pollici verde, altre invece hanno fatto giardinaggio forse una volta nella vita! Ma se stai pensando di diventare un pollice verde o hai ereditato un giardino, congratulazioni! Adesso avrai qualcosa da amare e prendertene cura. Naturalmente, la prima domanda che ti poni è: “Quante volte dovrei innaffiare le mie piante per mantenerle in vita?”

Far appassire una pianta, porta un senso di malinconia e di fallimento. Questi consigli che troverai sotto su come e quando innaffiare le tue piante, ti aiuteranno ad avere un giardino ben curato e anche a sentirti meno in colpa!

piante foto.pptx2

Piante interne

C’è una vasta gamma di piante che puoi coltivare in casa, alcune necessitano una regolare manutenzione, mentre invece altre molto meno. È fondamentalmente importante scegliere le piante in base alle proprie abitudini di irrigazione.

Bassa manutenzione

Le piante del deserto come Cactus o la Palma, sono delle piante secche che non necessitano molta acqua. Se non sei abituato ad innaffiare quotidianamente le piante e facilmente lo dimentichi, queste piante sono adatte a te! Possono sopravvivere senza particolari manutenzioni e creano degli ottimi angoli verde in casa.

Media manutenzione

Inoltre, ci sono altre piante come le felci o le piante rampicanti che hanno bisogno di sole ma sono abbastanza facili da trattare. Queste piante sono perfette per iniziare ad abituarsi a prendersi cura delle piante che hanno bisogno di più cura.

Alta manutenzione

Alcune piante necessitano maggiore cura e manutenzione quotidianamente. Le orchidee rientrano in questa categoria ed è già noto che non sono delle piante facili da trattare, poichè assorbono l’acqua dall’aria umida. Possiamo consigliarvi di tenerle in bagno, ma vicino la finestra perchè è una pianta che ha bisogno di molta luce.

Suggerimenti per la manutenzione delle piante interne

Alcuni suggerimenti da seguire per l’irrigazione delle piante interne:

  • L’acqua piovana o l’acqua filtrata è perfetta per le nostre piante, è preferibile non usare l’acqua dal rubinetto che è piena di cloro e impurità.
  • Utilizzare l’acqua a temperatura ambiente
  • Innaffiare le piante in modo che si inumidiscano a fondo
  • Usare sempre un sottovaso in modo da trattenere l’acqua di annaffiatura e di evitare che si disperda sul pavimento; il sottovaso serve anche a fornire alla terra del vaso la giusta umidità; inoltre, se viene riempito di ghiaia o argilla, crea un microclima benefico per la pianta.

Tag:, , ,

Related Posts

Lascia una risposta